Crea sito
                                                                                             La ferrovia Roma nord

-Home page

-Articoli

233-La complanare tra Civita Castellana e Fabrica di Roma é necessaria?

-Video 

-Archivio fotografico

-Bibliografia

-Link

-Autore

-Indice alfabetico

-Contatti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Falerina nei pressi della fabbrica Erica – (Foto Lelmi by drone Typhoon H)

 

 

 

La complanare tra Civita Castellana e Fabrica di Roma è necessaria?

 

di Gianfranco Lelmi

 

Sicuramente gli abitanti di Civita Castellana lo ricordano bene il progetto per la realizzazione degli interventi comunali ex contrato di Quartiere ll. Cioè la così detta trincea ferroviaria di via Mazzini con attrezzamento urbano, cioè il famoso tombamento dei primi cento metri della tratta della Ferrovia Roma Nord dalla stazione di Civita Castellana verso Viterbo. Era previsto che una piazzetta, dei giardini, dei parcheggi dovevano coprire la ferrovia, per un costo di 2.253.582 euro. Bene di tutto questo, cioé la copertura della ferrovia, ad oggi, nulla è stato realizzato e molti si domandano dove sono finiti i soldi stanziati.

Una cosa simile, forse peggiore sta accadendo ai nostri giorni. Si sta realizzando una complanare del costo di 9 milioni di euro tra Catalano (Civita Castellana) e Fabrica di Roma per eliminare i vari passaggi di attraversamento della ferrovia (sempre più abbandonata e dimenticata) .

L’opera prevede quindi l’ampliamento della strada Falerina con una nuova corsia dall’altra parte della ferrovia, cioè su una strada ove il modesto traffico non richiede assolutamente tali lavori. Come viene riportato in un recente articolo, secondo “esperti” l’importo stanziato per tali lavori sarebbe sufficiente per ristrutturare tutta la segnaletica dei 102 chilometri della ferrovia,  

Ove sta sorgendo il sottopasso della ferrovia

implementando con nuovi passaggi a livello muniti di sbarre tutti gli attraversamenti pericolosi. Dopo l’eclatante protesta degli abitanti di Faleri del giorno 23 aprile 2016, come raccontano, l’attraversamento di via Almirante a Faleri verrà munito di passaggio a livello con le sbarre onde non recare difficoltà di movimento agli abitanti della zona. Quando qualcuno ha fatto notare alla classe politica che i soldi per questi lavori sono buttati al vento, la risposta è stata: “siamo stati costretti ad effettuare questi lavori, per non perdere il finanziamento”.

Quello che maggiormente colpisce è il fatto che si stanno effettuando questi lavori in maniera anomala ed i residenti lo confermano. Al contrario di quanto diceva il sindaco Gianluca Angelelli : “Ma questo è per noi oggi l’inizio di un percorso propedeutico al raddoppio della line ferroviaria, tanto che oggi la linea viene ristrutturata prevedendo lo spazio per il doppio binario”.

Carlo Angeletti, consigliere comunale di Civita Castellava, esprimeva le sue perplessità: “il sindaco parla di doppio binario, ma è sicuro che esista lo spazio sufficiente per la realizzazione di questa grandiosa opera? Dal progetto originario non sembra che fosse previsto un percorso ferroviario sopraelevato come accade in Giappone”. Secondo alcune voci si mirerebbe ad avviare nella zona una nuova lottizzazione urbana.

 

03.01.2017