Crea sito
                                                                                             La ferrovia Roma nord

-Home page

-Articoli

94-Breve sunto delle analisi e proposte operative per la Ferrovia Roma-Civita Castellana

-Video 

-Orari

-Archivio fotografico

-Bibliografia

-Link

-Autore

-Indice alfabetico

-Contatti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

5 gennaio 2013

Ferrovia Roma Nord

 

Evento promosso dall’Associazione  Città in movimento e dai Sindaci dei comuni interessati

 

Breve sunto delle analisi e proposte operative  per la Ferrovia Roma – Civita Castellana

 di Gianfranco Lelmi

 

Il 10 novembre 2012 al Teatro di Sant’Oreste l’Associazione Città in movimento ed i sindaci dei  Comuni interessati si riunivano per effettuare analisi e  proposte  sulla ferrovia Roma Nord nella tratta Roma - Civita Castellana.

Nella tematica venivano messe in risalto dall’ingegnere Carlo Scoppola (nella qualità di relatore) due fattori principali: la popolazione dei comuni ubicati lungo la via Flaminia che lavora a Roma è cresciuta tantissimo in questi ultimi anni; l’attuale ferrovia non riesce a soddisfare la domanda dei pendolari che per la maggior parte preferiscono utilizzare l’auto.

Come evidenziava l’Associazione Città in movimento, negli ultimi 10 anni, il bacino di utenza di questa ferrovia è aumentato del 26% (+ 13.500 unità). Veniva messo in risalto che Riano, Rignano Flaminio e Sacrofano hanno avuto incrementi di popolazione che variano dal 30% al 50%.

Si evidenziava che la ferrovia giunge fino al centro di Roma (Piazzale Flaminio), ma la presenza del semplice binario non permette maggiore frequenza di treni e di conseguenza una riduzione del traffico sulla Flaminia.

L’attuale tempo di percorrenza tra Civita Castellana e Roma è di un’ora e 25 minuti, con il raddoppio del binario il tempo verrà dimezzato ed aumenterà la frequenza dei treni.

E’ in fase di appalto il raddoppio del binario sulla tratta Montebello – Riano.

Causa definanziamneto, l’opera per la tratta Riano Pian Paradiso, deve essere messa a gara.

Si sottolineava che negli ultimi 10 anni la frequenza dei collegamenti si è ridotta del 7% ( risulta potenziata nelle ore di punta). In alcune fasce orarie l’assenza di servizio è totale. Attualmente si registrano lievi segnali di aumento del servizio.

Autobus che corrono parallelamente al treno lungo la via Flaminia, con poco convogliamento dei passeggeri alle stazioni della ferrovia,  l’orario di alcune autolinee del TPL che non sempre coincidono con l’orario dei treni, queste alcune delle principale problematiche che venivano menzionate

Le conseguenze sono: un aumento delle corse delle autolinee, aumento del traffico privato, “ingolfamento e inquinamento lungo la via Flaminia”. 

I servizi su gomma rappresentano una notevole concorrenza al treno, gli utenti del treno nei comuni di provincia rispetto ai residenti sono circa 3000, un numero giudicato basso.

La domanda maggiore di servizio ferroviario si evince nei comuni di Rignano Flaminio (512), Morlupo (514),  Castel Nuovo di Porto (422), Riano (453).

Secondo l’Associazione Culturale Città in movimento solo il 16% dei pendolari preferisce il treno, mentre il 40% utilizza mezzi pubblici e privati, il 44% altri mezzi pubblici.

Eppure una grande quantità di spostamenti sistematici potrebbe essere effettuata con il treno.

La ragione principale degli spostamenti è per andare al lavoro, per acquisti, scuola, università, visite parenti ed amici, ecc.

Il treno non garantisce certezza durante la tarda mattinata e la sera, anche se le citate fasce potrebbero richiamare domanda, perciò viene preferita l’auto.

Gli utenti della ferrovia hanno lamentato:

-orari scomodi e mancato controllo del servizio

-insufficiente gestione dei servizi di stazione

-insufficienza parcheggi di scambio

-scarsa pulizia e comfort nei convogli.

Ciò determina uno scarso utilizzo del treno con una domanda cinque volte inferiore alla domanda potenziale.

Difatti come denunciano i pendolari, occorre incrementare il servizio, offrendo regolarità delle corse, offrendo parcheggi in prossimità delle stazioni, con relativi collegamenti con i mezzi pubblici.

Il quesito principale è: se le istituzioni hanno intenzione di finanziare questa linea e quanto intendono investire.

 

Tra gli interventi dei sindaci occorre menzionare il sindaco di Sacrofano dott. Valter Casagrande

che ha evidenziato la necessità di creare un parcheggio auto alla stazione.

Il sindaco di Riano, dott.ssa Marinella Ricceri ha parlato del nuovo parcheggio multipiano di fronte alla stazione.

Il sindaco di Morlupo, dott. Marco Commissari ed il sindaco di Magliano Romano Marcello Mancini hanno evidenziato la necessità del ripristino della stazione di Magliano Romano con relativo parcheggio auto. Inoltre per Morlupo si è evidenzita la necessità di trasformare a parcheggio l’area occupata dal Co.Tra.l. Stesso discorso è stato effettuato per l’area adiacente la stazione di Rignano Flaminio e Faleria.

Il sindaco di Castel Nuovo di Porto dot. Fabio Stefoni, insieme agli altri sindaci ha sollecitato

un treno ogni ora da e per Roma fino alle ore 23, la creazione di spazio idoneo a Castel Nuovo e Riano per la fermata degli autobus.

Le corse del Co.tral sulla via Flaminia, vanno utilizzate esclusivamente in sostituzione del treno.

E’ stato richiesto l’incremento delle corse Co.Tral lungo la via Tiberina, inoltre il trasporto urbano nei comuni di Riano, Castel Nuovo di Porto, Morlupo, Rignano e Sant’Oreste, deve “sintonizzarsi” con gli orari dei treni, con l’impegno di favorire ulteriormente l’utilizzo del treno.

Il dott. Fabio Di Lorenzi, sindaco di Rignano, ha sollecitato l’installazione di passaggi a livello con barre a Magliano Romano, Rignano, Morlupo e Castel Nuovo di Porto, impedendo il transito degli utenti della ferrovia lungo i binari a San’Oreste, Rignano, Morlupo, Castel Nuovo di Porto e Riano.

A Riano, è stata sollecitata la costruzione di un marciapiede lungo la via Flamini per raggiungere la stazione, mentre a Rignano è stato richiesto di facilitare l’accesso al treno ai diversamente abili.

Il sindaco di Civita Castellana, dott. Gianluca Angelelli ha detto che il treno per Roma impiega troppo tempo ed occorre mantenere le corse del Co.Tral.

Occorrono maggiori corse cadenzate per Roma senza  arrivare a Piazzale Flaminio, incrementare il servizio verso Viterbo, rivedere il piano di raddoppio della linea fino a Civita Castellana.

 

 

Sono intervenuti:

Sindaco Sant’Oreste Sergio Menichelli
Presidente Associazione Maurizio Milan
Socio Associazione – Comitato Direttivo Carlo Scoppola
Sindaco di Sacrofano Valter Casagrande
Sindaco di Riano Marinella Ricceri
Sindaco di Castelnuovo di Porto Fabio Stefoni
Sindaco di Rignano Fabio Di Lorenzi
Sindaco Civita Castellana Gianluca Angelelli
Atac – Direttore di Esercizio Metro - Ferro Giovanni Battista Nicastro
Presidente Federazione Romana PD Eugenio Patanè
Filt CGL Reg. Viterbo Antonio Paglia
Socio Associazione – Comitato Scientifico Antonio Mallamo
Assessore Regionale Luca Malcotti
Assessore Roma Capitale Antonello Aurigemma