Crea sito
                                                                                             La ferrovia Roma nord

-Home page

-Articoli

221-Una lettera che fa riflettere

-Video 

-Archivio fotografico

-Bibliografia

-Link

-Autore

-Indice alfabetico

-Contatti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Una lettera che fa riflettere

Dove sta il CRO?

di Gianfranco Lelmi

 

Una delle vicende che più ha colpito l’attenzione dei pendolari, sono state le dimissioni dell’Amministratore Unico di ATAC Prof. Armando Brandolese e del Direttore Generale di ATAC ing. Marco Rettighieri.

Poiché il problema concerne l’ATAC, e quindi anche la “nostra” ferrovia, non si poteva evadere un argomento che suscita abminio.

Il tema principale che tocca l’inizio della lettera dell'ing. Marco Rettighieri è la mancanza di avere a disposizione finanziamenti certi ed immediati, cioè la mancanza di quei famosi 18 milioni di Euro assegnati ad ATAC. Difatti l’importo non è mai pervenuto poiché nessun bonifico è mai giunto al beneficiario. Come ha sottolineato l’onorevole Esposito: “il comune pubblichi il CRO del bonifico”.

Altro punto cruciale concerne lo spostamento di alcune persone all’interno dell’azienda. Come è stato riportato, non può essere influenzato in alcun modo da ingerenze esterne.

Le affermazioni della “Sindaca” che si sarebbe raggiunto il 95% dei convogli circolanti sulla metro A entro l’apertura delle scuole, hanno ulteriormente esulcerato la situazione.

In tutta questa situazione, una cosa è certa, una macchina senza carburante non può camminare ed il guidatore è costretto ad abbandonarla. Come sempre il danno esiziale lo subiscono gli utenti del trasporto pubblico che perdono un Direttore ed un Amministratore Unico di grande valore.