Crea sito
                                                                                             La ferrovia Roma nord

-Home page

-Articoli

160-Torna in auge il disastro della Fornacchia

-Video 

-Archivio fotografico

-Bibliografia

-Link

-Autore

-Indice alfabetico

-Contatti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Torna in auge il disastro della Fornacchia

di Gianfranco Lelmi

 

Chi non ricorda quelle impressionanti immagini del treno finito nella scarpata? Era il 7 maggio 2011, verso le ore 20, un treno della Ferrovia Roma Nord diretto a Soriano nel Cimino, a causa di un corpo estraneo posto sulle rotaie, precipitò in una scarpata.  Il corpo estraneo collocato sui binari, era un bullone utilizzato per collegare le rotaie, la cui filettatura si trovava in direzione di Viterbo e la testa in direzione di Soriano nel Cimino. I passeggeri nel vagone precipitato erano circa trenta persone, rimasero feriti quattro viaggiatoiri.

Per la Procura di Viterbo, il pm Renzo Petroselli, responsabile di disastro ferroviario, attentato alla sicurezza dei trasporti, furto aggravato, sarebbe un trentottenne viterbese. Difatti l’imputato fu identificato a seguito di una delle tante scorrerie per rubare rame dai binari.

La notifica del decreto di fissazione dell’udienza preliminare, come ha fatto notare l’avvocato del presunto attentatore, Gaia Cossio Di Codroipo, è arrivata fuori termine, pertanto il fascicolo dovrà tornare al gup. Se il giudice ravviserà gli estremi di reato, per il presunto attentatore potrebbero “aprirsi le porte del processo”.

 

 

 

Fonti: Tuscia Web                           10.06.2015