Crea sito
                                                                                             La ferrovia Roma nord

Home page

-Articoli

74-Occhio ai comunicati stampa

-Video 

-Orari

-Archivio fotografico

-Bibliografia

-Link

-Autore

-Indice Alfabetico

-Contatti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  

Occhio ai comunicati stampa

 di Gianfranco Lelmi

Sul trasporto su ferro stanno uscendo un mare di comunicati, tutti a favore del trasporto su ferro.

Rileggeteli con attenzione, alcuni nella prima parte dicono una cosa, nell’ultima parte ne paventano un’altra.

Cioè la soppressione di altre ferrovie.

Quello che interessa è ricevere voti, acquisire potere in quelle aziende oramai politicizzate in mano ai “trombati” della politica. Ricevere finanziamenti, poiché sono in deficit, nello stesso tempo contribuendo a favorire questo deficit.

Oramai in quasi tutto il Lazio si viaggia gratis.

Dicono di voler sviluppare il trasporto su gomma quando si rivela più utile (anche quando non è vero assolutamente). L’importante che vengano fuori altre strade, che la gente utilizzi l’auto. L’accisa sul carburante, è una fonte di reddito inesauribile ed infinita.

Ecco cosa ha scritto un lettore del sito: “ferroviaromanord.altervista.org”      

 

“Che fanno i sindaci di Soriano, Vignanello. Vallerano, Fabrica, Civita, Vitorchiano ecc.?? Dormono? Si intrallazza per portargli via non una fontanella bensì un'intera ferrovia, e questi non dicono niente?

In Eritrea hanno ripristinato e ricostruito la vecchia ferrovia realizzata dagli italiani. Cosa dicono loro? Qualcuno dovrebbe pensare ualcunoQ a dargli una bella svegliata! 

Sarei curioso di vedere se, alla fine, la politica locale riesce ad esprimere qualche sentimento che vada oltre la rassegnazione.....”