Crea sito
                                                                                             La ferrovia Roma nord

-Home page

-Articoli

132-Mala tempora currunt

-Video 

-Orari

-Archivio fotografico

-Bibliografia

-Link

-Autore

-Indice alfabetico

-Contatti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

!cid_27573B87E40045C59B9DB3149217CFFD@utentePC

 

 

 

 

Mala tempora currunt

Brutti tempi corrono

 

di Gianfranco Lelmi

 

 

Un significativo articolo di Davide Nicodemi, uscito in data odierna su Roma Report, ci lascia ben comprendere la situazione esistente nella Ferrovia Roma Nord.

In data odierna, (come riporta l'articolo) circolava sui treni una lettera sottoscritta dal personale della Ferrovia che recitava quanto segue: “Si avvisano i viaggiatori che nell’immediato futuro ci potranno essere soppressioni e forme di protesta non controllate sulla linea, a causa dei dirigenti del servizio Roma – Viterbo che senza coinvolgere né il personale, né l’utenza intendono cambiare i turni di servizio del personale con lo sconvolgimento degli orari e partenze dei treni urbani e extraurbani. Ci scusiamo per i disagi che si avranno in linea e ribadiamo che la protesta non ha ragione economica. Infatti, vogliamo lavorare al meglio e farvi viaggiare meglio, non vogliamo più scelte imposte da persone che non prendono mai il treno”.

Fortunatamente, in un periodo ove regna il malcontento, la disaffezione, il malessere, il menefreghismo, qualcuno si muove.

Il giorno 17 maggio 2014 alle ore 17, il Comitato Pendolare Ferrovia Roma Nord,  vuole dare una scossa a questo lassismo generale ed ha indetto un tavolo di confronto presso la sala consiliare del Comune di Riano, ove sono stati invitati tutti i responsabili dei comuni toccati dalla Ferrovia, i comuni cittadini, gli utenti, quindi il gestore della linea: Atac SpA, infine il Comune di Roma e la Rgione Lazio.  Si prevede che le presenze saranno tante, visto che questo treno, prosegue Bonanni Presidente del Comitato Pendolari Ferrovia Roma Nord, porta 100.000 utenti al giorno.

Vi sarà la diretta “streamng” web grazie a radio Rokka per colo che non riusciranno ad entrare nella sala ove si svolgerà l’incontro e sosteranno nel piazzale antistante il Comune. “Pretendiamo un servizio migliore”, evidenzia Fabrizio Bonanni, sottolineando che le corse urbane nel 2010 erano 188, nel 2010 erano 170, nel 2014 sono divenute 156. Oltre a presentare lo stato di salute della Ferrovia, come si legge nell’articolo di David Nicodemi su Roma Report, si parlerà di evasione tariffaria presunta ed altre inefficienze come la mancanza di aria condizionata sui treni Firema.

Argomento che entrerà nel dibattito è la dismissione del materiale rotabile del 1932 che potrebbe  essere utilizzato per scopi turistici.

Anche l’associazione: “Barriere per vivere” di Castelnuovo di Porto sarà presente al fine di sollecitare una rapida messa in sicurezza della Ferrovia con l’installazione di passaggi a livello con le sbarre.

Nota dolorosa, fa notare il Presidente del Comitato, il Comune di Roma e la Regione Lazio benché sollecitati più volte a partecipare all’incontro, al contrario degli altri comuni, non hanno fornito alcuna risposta.

Sono in molti che giudicano questo silenzio negativamente, giurando che se ne ricorderanno alle prossime elezioni. 

 

 

 

 

15.05.2014

 

 

Fonti:

Roma Report.it           David Nicodemi