Crea sito
                                                                                             La ferrovia Roma nord

-Home page

-Articoli

34-Ferrovia Roma nord é cominciato l'inizio della fine - Soppressione delle corse, inquinamento dell'aria

-Video 

-Orari

-Archivio fotografico

-Bibliografia

-Link

-Autore

-Indice Alfabetico

-Contatti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ferrovia Roma nord è cominciato l’inizio della fine

Soppressione delle corse, inquinamento dell’aria

 

di Elisabetta Lelmi

 

 

“Roma non ci lasci le briciole”, titolava oggi (10.09.2010) un quotidiano viterbese, queste erano le parole di Marcello Meroi, presidente della Provincia di Viterbo, presente alla festa della CGIL a Roma.

Sono stati toccati temi concernenti i collegamenti con Roma, l’ammodernamento della ferrovia, il completamento della Trasversale, promozione del turismo, agricoltura e prodotti locali.

L’80% delle risorse stanziate dalla Regione Lazio ricadono su Roma, il resto finisce alle Province di Viterbo, Rieti, Frosinone, Latina. In merito agli investimenti di capitali stranieri, il 93% concerne Roma, il 3% Latina, 2% Frosinone, 2% Rieti lo 0,03% Viterbo. Roma, continuava Marcello Meroi, non deve penalizzare le altre province, tutti debbono essere trattati con pari dignità.

Ed ecco pronta la risposta di Roma, un volantino affisso alla stazione della Roma nord di Piazzale Flaminio, Saxa Rubra, diretto ai signori viaggiatori, recitava quanto segue:

“Si informano i signori viaggiatori che dall’11 settembre 2010……….

Servizio extraurbano:

Il treno Extraurbano delle ore 20,54 da P.le Flaminio per S. Oreste verrà effettuato con autobus con partenza da Montebello per S. Oreste alle ore 21.

Il treno Extraurbano delle ore 22,05 da S. Oreste per Roma P.le Flaminio verrà effettuato con autobus con partenza da S. Oreste alle ore 22,05.

A Roma, i decessi per inquinamento dell’aria, causato dalle polveri sottili (PM10), sono stati 1508 all’anno nel triennio 2006 -2008. Il costo per ricoveri, spese per farmaci, riabilitazioni causato dalle polveri sottili, è stato calcolato in 3,,8 milioni di euro. A Milano i decessi a causa del PM10 sono stati 906, a Torino 813 in base ad una ricerca effettuata dal Nomisma. Come riporta il Centro di Ricerca per la Pace, il viterbese ha raggiunto nel 2006 un livello di emissioni di CO2 pari all’875%  superiore al “limite imposto dal Piano nazionale per adeguarsi alle direttive del Protocollo di Kyoto”, superando Roma ed altre province del Lazio. Se poi venisse costruito l’aeroporto a Viterbo, come denuncia il Dottor Mauro Mocci, medico epidemiologo, sarebbe la fine, come riporta Il Centro di ricerca per la pace, sarebbe un comportamento “dissennato e scellerato”. Il rinnovo dell’Autorizzazione Integrata Ambientale della centrale termoelettrica di Torre Valdaliga a sud di Civitavecchia, preoccupa seriamente gli ambientalisti. Nelle zone di Tarquinia, Civitavecchia, Santa Marinella, la soglia annua di  20 microgrammi di polveri sottili per metro cubo d’aria ha raggiunto i 50 microgrammi per metro cubo, cioè un valore più alto del 50%. A Viterbo, basta fermarsi a Porta Fiorentina, quando il passaggio a livello è chiuso, per rimanere letteralmente asfissiati dai gas di scarico degli automobilisti che non si degnano di spegnere il motore durante l’attesa.

L’ATAC titolava così a caratteri cubitali una relazione del 2002: “Trasporto pubblico investimenti e progetti per l’ambiente”.  In questa relazione, obiettivo della società, era promuovere l’efficacia del servizio e lo “shift” verso il trasporto pubblico, “sostenere l’utilizzo di energia pulita…. Diffondere una cultura aziendale sempre più sensibile alle problematiche ambientali”.

In tutto questo contesto la nuova ATAC, subentrata a Metro, recentemente voleva annullare 11 corse extra urbane sostituendo il treno all’inquinante autobus. Ora non potendo farlo nel viterbese, ritorna alla carica nella Provincia di Roma, precisamente colpisce S.Oreste e tutti i comuni ubicati a sud, fino a raggiungere la periferia di Roma.  Viterbo non può farsi scippare del suo trenino, è una delle province del Lazio che possiede il più basso numero di chilometri ferroviari.   

 

 

 

Fonti:

 

-Il Nuovo Corriere Viterbese                                                                venerdì 10 settembre 2010

-Latina 24 ore              - Smog a Roma record di morti per PM10      venerdì 25 giugno         2010

-Centro di ricerca per la pace                                                              sabtao     6 ottobre      2007

- Correire  2000           - Aria livelli alti d’inquinamento                        venerdì    3 settembre  2010

- Relazione Annuale del Comune di Roma                                                                      anno 2002

- DM 163 21-4-99 “Trasporto pubblico  investimenti  e

                                 progetti per l’ambiente”